Yamini Karaman è una ragazza indiana che ha deciso di andare a studiare negli Stati Uniti, a Indianapolis. Si presenta inizialmente come una ragazza capacissima e molto preparata nel suo percorso di studi di informatica, quando ad un certo punto comincia a notare che qualcosa non quadra Inizia infatti a dimostrare disturbi nella comprensione, anche dei concetti più semplici, comincia ad avere astenia, perdita della fame e decide di interrompere la sua carriera universitaria. Inoltre, la sua vita è costtantemente minata da un forte mal di testa cronico.

Yamini chiede aiuto ai medici, ma la prospettiva che le danno non è delle migliori: le diagnosticano inizialmente un tumore al cervello, in particolare alla ghiandola pineale, particolarmente difficile da raggiungere e operare per la vicinanza di questa ai centri vitali. Diversi neurochirurghi, infatti, la avvertono delle possibili complicazioni che possono seguire l’intervento, in primis un danneggiamento irreversibile al cervello. Yamini non si arrende e alla fine trova un medico dell’Istituto Skullbase di Los Angeles, Hrayr Shahinian, che decide di operarla. Ed è proprio lui a fare la scoperta scioccante che ha segnato la vita di questa giovane ragazza. Dall’analisi diretta dei tessuti, infatti, il neurochirurgo si accorse che la vera fonte del problema non era un tumore della pineale, bensi la presenza di un teratoma, fenomeno assai raro in medicina.

Teratoma in prossimità del puntino laser rosso

Ma che cos’è un teratoma?

Dal gr. τέρατος “mostro”, il teratoma è un tipo di tumore, alla cui struttura complessa prendono parte, oltre a tessuto connettivo e formazioni epiteliali, come nei cosiddetti tumori misti, anche tessuti complessi e sistematizzati (muscoli, sistema nervoso, ecc.); così che, con vario grado di complessità strutturale, si assiste fino alla formazione di veri organi fetali (embriomi).

Possiamo distinguere due forme di teratomi: quelli con forme organiche ed immature e quelli con forme adulte e definitive. Alla prima categoria appartengono formazioni solide assai immature costituite principalmente da abbozzi embrionali non ben definiti, mentre alle forme adulte troviamo masse tumorali presentanti formazioni organiche ben distinte quali abbozzi di tessuto osseo, come ad esempio denti, nonchè capelli ma anche unghie. Generalmente sia gli immaturi che i maturi trovano sviluppo sia all’esterno, ma molto più frequentemente all’interno dell’organismo nelle cavità naturali ad esempio utero e cranio.

Teratoma immaturo
Teratoma maturo con tanto di frammenti ossei e capelli.

Gli elementi primitivamente proliferanti sono provvisti di una “totipotenza”, capace di dare origine ai più svariati tessuti, simile a quella della cellula uovo; totipotenza che gli elementi embrionali non possono possederese non nei periodi precocissimi dello sviluppo.

La terapia più adatta è sicuramente l’intervento chirurgico, volto ad eliminare quello che sembra un vero e proprio mostro che va a parassitare il nostro organismo

Per fortuna Yamini è stata operata e il suo recupero sta andando molto bene, permettendole di riprendere gradualmente la sua vita di tutti i giorni.

-ToTo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Comment moderation is enabled. Your comment may take some time to appear.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.