Lo spasmo ipnico è una contrazione involontaria dei muscoli (mioclono) che provoca la famosa sensazione di cadere nel sonno, causando un risveglio improvviso e momentaneo.

Gif tratta da Psicoterapiaromaest.it

Questo fenomeno è molto comune e, secondo delle ricerche, colpisce il 70% circa delle persone; addirittura molte di queste possono esserne colpite quotidianamente senza neanche accorgersene, poiché le contrazioni non sono tali da svegliare l’individuo.
Gli spasmi muscolari possono avvenire spontaneamente oppure indotti da suoni, luci e/o altri stimoli esterni.

Perché ci sembra di cadere?

Lo spasmo ipnico può avvenire in due diversi momenti del sonno: la fase REM e l’addormentamento.

Nel primo caso, il corpo è totalmente immobile e paralizzato e i sogni vengono percepiti in maniera piuttosto realistica e coinvolgente. Nella fase REM le contrazioni muscolari non sono fisiologiche e per spiegarne il significato bisognerebbe analizzare tutta la trama onirica e il profilo psicologico della persona che sta sognando.

Nel secondo caso, le contrazioni muscolari sono un sussulto che avvengono nel passaggio tra sonno e veglia  (“sleep starts“), momento nel quale l’organismo subisce un processo di graduale riduzione del tono muscolare e interruzione degli stimoli sensoriali. Una delle principali conseguenze è la riduzione della frequenza respiratoria, fenomeno interpretato dal cervello come pericolo di morte. Immediatamente il sistema nervoso invia degli stimoli al corpo per svegliare l’individuo in modo da uscire dalla condizione di pericolo.

Foto tratta da taringa.net

Cause e rimedi

Esistono tante cause che possono portare allo spasmo ipnico: stress, ansia, stanchezza provocata dal sonno insufficiente e/o irregolare, svolgere attività sportiva nelle ore serali, l’assunzione di alcune sostanze come la caffeina. In alcuni casi questo fenomeno può essere causato anche da carenze nutrizionali, come ferro e calcio, e dagli stimoli esterni.

Si consiglia quindi di riposare in luoghi bui e silenziosi, lontani da luci, suoni e rumori.

– Mattia Manzo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.