Focomelia, dal greco “arto da foca” è una malattia congenita molto rara caratterizzata da alcune anomalie anatomiche soprattuto a livello di arti superiori e/o inferiori.

Pensate che negli anni sessanta, a causa di un incremento evidente dell’incidenza della focomelia, alcuni studi dimostrano che questo evento era correlato all’assunzione, durante la gravidanza, della Talidomide, un farmaco antiemetico he veniva proprio prescritto per le nausee gravidiche.

La talidomide agisce infatti sulle creste gangliari inibendo così la formazione dei gangli spinali i cui neuroni sono fondamentali per il normale sviluppo delle ossa lunghe degli arti.
Subito dopo questa terribile scoperta le autorità sanitarie ritirarono dal commercio il farmaco.

Anche se non più somministrata oggigiorno questa patologia può essere la conseguenza di una mutazione genetica del DNA, nello specifico di una malattia genetica a trasmissione autosomica recessiva.

-Melatonina 🌻