– Quali sono le repubbliche marinare?
– Amalfi, Pisa, Genova e Venezia.
– Gliel’ho chiesto perché noi siamo delle repubbliche marinare. Io di Pisa e lui di Venezia.

Questo l’epilogo di una storia che sarebbe potuta finire in tragedia se due signori, durante le loro vacanze in Sicilia, non fossero intervenuti in soccorso di un bagnante colto da un malore nel mare di San Vito lo Capo. L’uomo ha 75 anni, è in buona salute ma soffre di diabete. Decide di godere di una bella giornata di sole e mare siciliano e si avventura, da solo, per un’escursione mattutina. Forse il caldo, forse la stanchezza e a causa del diabete l’uomo si sente male. Per sua fortuna, due persone a riva si accorgono di tutto e prontamente intervengono, mettendolo nella posizione corretta e chiamando i soccorsi. Nell’attesa, pongono allo sfortunato alcune domande per provare i suoi riflessi; da qui è tratta proprio la curiosa conversazione in apertura.

Questa non è una semplice storia e gli uomini in questione non sono semplici vacanzieri: si tratta di fatti realmente accaduti e i soccorritori, per fortuna del malcapitato, sono due medici. Che non hanno esitato a mettersi in gioco per salvare la vita di quell’uomo. Questo è un post un po’ “atipico” per questo blog, ma credo sia importante porre l’attenzione anche su chi ogni giorno si impegna h24 per aiutare il prossimo e su quale dovrebbe essere lo spirito che anima chi decide di intraprendere la vostra professione: perché il medico deve essere in primis una persona, con tanta umanità e passione.

Io mi chiamo Giulia e scrivo questa storia per chiedervi un aiuto: il figlio di questo signore sta cercando di rintracciare questi due medici, per ringraziarli e per fare un bel regalo a suo padre e alla sua famiglia per Natale. Si sa solo che sono due uomini, di Pisa e Venezia e che era una mattina di agosto a Macari (San Vito Lo Capo- Tp).
Silvestro Bonaventura (il figlio del 75enne) è un mio caro amico e ha chiesto aiuto a chiunque voglia collaborare a diffondere la notizia, ma ad oggi non è riuscito ad avere un riscontro. Da qui è nata la mia idea e dunque ho proposto ai ragazzi del blog questa storia e loro hanno deciso di aiutarmi, affinché questo signore possa avere il suo regalo di Natale: conoscere i suoi soccorritori.

Qui  il link al post su facebook scritto proprio da Silvestro, se avete voglia di leggere tutta la storia e di aiutarci a diffonderla.

Grazie a tutti!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Comment moderation is enabled. Your comment may take some time to appear.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.