La Sindrome di Roemheld-Techlenburg-Ceconi, nota anche come sindrome da iperdistensione gassosa del fondo gastrico, è una sindrome descritta per la prima volta sul fine del diciannovesimo secolo e, tuttavia, scarsamente riportata in letteratura; essa consiste in una serie di disturbi cardiaci funzionali causati da una distensione del fondo gastrico, ovvero, per dirla in parole povere, dal gonfiore di stomaco.

I sintomi, che spesso possono fare pensare in un primo momento ad un problema di natura cardiaca, sono sostanzialmente un modesto dolore toracico, una difficoltà nella respirazione, nusea, sudorazione, palpitazioni e senso di ansia; le cause sottostanti questo quadro sintomatologico, tuttavia, non hanno nulla a che fare con il sistema cardiovascolare del soggetto.

Risultati immagini per sindrome di roemheldA causare questi sintomi cardiaci riflessi, di fatto, non è altro che un sollevamento del diaframma dovuto all’eccessiva presenza di aria nella regione del fondo gastrico; questo innalzamento del muscolo diaframmatico provoca a sua volta un conseguente sollevamento del muscolo cardiaco, sollevamento  il quale porta a tutta una serie di riflessi (totalmente involontari) da parte del sistema nervoso autonomo dell’individuo.

Ciò nonostante, vi sono ipotesi che sostengono che la risposta riflessa esitante  nel quadro clinico sopra descritto, possa scatenarsi a prescindere dal coinvolgimento diretto di diaframma e cuore e che sia conseguenza unicamente della distensione gastrica, la quale potrebbe pertanto causare di per sé stessa la risposta riflessa sopra descritta.

Per quanto concerne la diagnosi, essa è possibile soltanto per esclusione; in presenza dei sintomi apparentemente di origine cardiaca è doveroso sottoporsi ad una consulenza specialistica, atta ad escludere appunto che la natura del problema sia cardiaca; in seguito sarà il cardiologo ad indicare eventualmente una consulenza gastroenterologica, nella quale si andrà a confermare o meno la presenza di distensione gastrica, avvalendosi possibilmente anche di una radiografia diretta dell’addome.

Risultati immagini per cibi che causano gonfioreA questo punto, il compito del gastroenterologo sarà quello di individuare le cause sottostanti la distensione gastrica e trovare una strategia terapeutica e preventiva in grado di eliminare o, quanto meno, cercare di prevenire ed arginare il più possibile il problema.

Risultati immagini per cibi che causano gonfioreSeguendo il prezioso adagio “prevenire è meglio di curare”, onde evitare il fastidioso gonfiore di stomaco è utile sempre ricordare di svolgere una regolare attività fisica, non bere alcol o fumare, mangiare poco e spesso, mangiare lentamente e masticare adeguatamente il cibo ed evitare di sdraiarsi nel momento immediatamente successivo al pasto.

Se il problema dovesse persistere il gastroenterologo potrà prescrivere un trattamento farmacologico con procinetici e antimeteorici. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Comment moderation is enabled. Your comment may take some time to appear.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.